BEYOND THE ADVANCED PSYCHIATRIC SOCIETY- A COLLECTIVE RESEARCH/ OLTRE LA SOCIETA' PSICHIATRICA AVANZATA- UNA RICERCA COLLETTIVA


cerca nel blog

Follow by Email

mercoledì 15 febbraio 2017

cattive strade, non buone



https://www.youtube.com/watch?v=NdpBGYv3Q1s


FABRIZIO DE ANDRE'


Alla parata militare 
sputò negli occhi a un innocente 
e quando lui chiese "Perché " 
lui gli rispose "Questo è niente 
e adesso è ora che io vada" 
e l'innocente lo seguì, 
senza le armi lo seguì 
sulla sua cattiva strada. 

Sui viali dietro la stazione 
rubò l'incasso a una regina 
e quando lei gli disse "Come " 
lui le risposte "Forse è meglio è come prima 
forse è ora che io vada " 
e la regina lo seguì 
col suo dolore lo seguì 
sulla sua cattiva strada. 

E in una notte senza luna 
truccò le stelle ad un pilota 
quando l'aeroplano cadde 
lui disse "È colpa di chi muore 
comunque è meglio che io vada " 
ed il pilota lo seguì 
senza le stelle lo seguì 
sulla sua cattiva strada. 

A un diciottenne alcolizzato 
versò da bere ancora un poco 
e mentre quello lo guardava 
lui disse "Amico ci scommetto stai per dirmi 
adesso è ora che io vada" 
l'alcolizzato lo capì 
non disse niente e lo seguì 
sulla sua cattiva strada. 

Ad un processo per amore 
baciò le bocche dei giurati 
e ai loro sguardi imbarazzati 
rispose "Adesso è più normale 
adesso è meglio, adesso è giusto, giusto, è giusto 
che io vada " 
ed i giurati lo seguirono 
a bocca aperta lo seguirono 
sulla sua cattiva strada, 
sulla sua cattiva strada. 

E quando poi sparì del tutto 
a chi diceva "È stato un male" 
a chi diceva "È stato un bene " 
raccomandò "Non vi conviene 
venir con me dovunque vada, 
ma c'è amore un po' per tutti 
e tutti quanti hanno un amore 
sulla cattiva strada 
sulla cattiva strada. 

lunedì 13 febbraio 2017

BUSHSPEAK, TRUMPSPEAK, LIESPEAK: FROM THE CHRISTAN RIGHT CRUSADE TO AUTHORITARIAN MEDIA POPULISM, Douglas Kellner et al.



D. Kellner: "Bushspeak and the Politics of Lying: Presidential Rhetoric in the "War on Terror", Presidential Studies Quarterly; Dec 2007; 37, 4; Research Library pg. 622
http://chantrill.net/Kellner_Bush_and_politics_of_lying.pdf



D. Kellner, "American Nightmare: Donald Trump, Media Spectacle, and Authoritarian Populism", Sense Publishers, 2016
(also on http://gen.lib.rus.ec, and elsewhere)


Philip Roth, "The Plot Against America", Vintage, 2005
(also on http://gen.lib.rus.ec, and elsewhere)


Charlie Savage, "Takeover: The Return of the Imperial Presidency and the Subversion of American Democracy", Back Bay Books, 2007 (on the Bush/Cheney times)
(also on http://gen.lib.rus.ec, and elsewhere)



MAY SOMEBODY OR SOMETHING HELP US PROTECT OURSELVES, AND LET US TRY TO AVOID NOT ONLY SENSELESS DIFFUSE CRUELTY AND MISERY, BUT ALSO A WORLD CONFLAGRATION, WHEREVER IT MAY BEGIN, WHOEVER MAY BEGIN IT-




martedì 31 gennaio 2017

"fascismo"/ "antifascismo"


Italy, my country, invented and presented the world with the word "fascismo". But "antifascismo" as well.



domenica 29 gennaio 2017

I remember Susie Smart and her million stars


"Let me sleep," he said, and shut the door; it clicked in her face and she felt animal
terror--this was what she feared most in life: the clicking shut of a man's door in her face.
Instantly, she raised her hand to knock, discovered the rock... she banged on the door with
the rock, but not loudly, just enough to let him know how desperate she was to get back in,
but not enough to bother him if he didn't want to answer.
He didn't. No sound, no movement of the door. Nothing but the void.
"Tony?" she gasped, pressing her ear to the door. Silence. "Okay," she said numbly;
clutching her rock she walked unsteadily across the porch toward her own living quarters.
The rock vanished. Her hand felt nothing.
"Damn," she said, not knowing how to react. Where had it gone? Into air. But then it
must have been an illusion, she realized. He put me in a hypnotic state and made me
believe. I should have known it wasn't really true.
A million stars burst into wheels of light, blistering, cold light, that drenched her. It
came from behind and she felt the great weight of it crash into her. "Tony," she said, and
fell into the waiting void. She thought nothing; she felt nothing. She saw only, saw the void
as it absorbed her, waiting below and beneath her as she plummeted down the many
miles.
On her hands and knees she died. Alone on the porch. Still clutching for what did not
exist.



mercoledì 14 dicembre 2016

Franco Berardi PSYCHO 17

PSYCHO 17
Ho per così dire delle visioni, sento le voci.
E adesso vi dico le voci che sento.
Donald Trump non sarà presidente degli stati uniti d'america. L'impeachment preventivo si sta preparando, anche se rischia di scatenare una sanguinosa resa dei conti nelle istituzioni, nelle strutture dello stato profondo e nelle strade.
Gli Stati Uniti d'America sono attraversati da una crisi che Trotski avrebbe definito "doppio potere". La CIA contro l'FBI, per intenderci.
Le forze di polizia federale stanno dalla parte del ku klux klan, del capitale petrolifero e carbonifero. L'esercito sta dalla parte del sistema globalizzato economico e militare. Non c'è più spazio di mediazione, o almeno sembra che lo spazio per la mediazione stia riducendosi ora dopo ora. Il Presidente uscente Obama ha aperto un’inchiesta sul ruolo che i servizi segreti russi hanno giocato nella campagna elettorale americana.
Il Presidente eletto Trump sta costituendo un Gabinetto di Guerra: generali dichiaratamente nazisti al Ministero della Difesa: James “Mad Dog” Mattis, e Michael Flynn National Security Adviser. IL rappresentante legale dei petrolieri all’Ambiente, tre uomini della Goldman Sachs ai Ministeri finanziari ed economici. Un teorico della supremazia bianca, Steve Bannon, consigliere strategico. E per finire, un uomo di Putin, il petroliere Rex Tillerson Segretario di Stato.
Nel frattempo i sindaci di 300 città stanno chiamando alla resistenza contro le misure che l'amministrazione trump annuncia di prendere contro i lavoratori undocumented. La promessa di deportazione dei migranti fatta dal presidente-eletto del KKK incontrerà la resistenza istituzionale di innumerevoli strutture degli stati e delle città.
Possiamo immaginare che l'inchiesta bipartisan avviata dalle rivelazioni della CIA (la Russia ha fatto il presidente americano) conduca a una procedura di impeachment prima del 20 gennaio? Certo che possiamo immaginarlo. E come reagirebbe in questo probabilissimo caso il popolo del secondo emendamento, i bianchi armati cui si rivolge Trump?
Nel mese di gennaio sembra prepararsi lo show down. Il 14 gennaio il reverendo Al Sharpton chiama il popolo afro-americano a Washington per una marcia in ricordo di Martin Luther King di cui ricorre il centesimo compleanno. Manca una settimana all’inaugurazione.
Per il 20 gennaio i movimenti di tutte le città americane stanno chiamando alla disruption.
Doppio potere nell'establishment, mobilitazione di due fronti popolari che si affrontano nelle strade.
Ho le allucinazioni o stiamo davvero assistendo all'inizio di un processo di precipitazione insurrezionale (e contro-insurrezionale) che dilagherà dagli Stati Uniti in tutto il mondo?
Cento anni dopo, la rivoluzione sovietica appare come una stinta pellicola in bianco e nero leggermente corrosa sui bordi dal fumo e dal fuoco e dal tempo, mente cominciamo a vedere (immergendoci con Oculus rift headset) un film in megamultivision3D che Hollywood, Fox news a Breitbart news proiettano sullo schermo allucinato della psyche globale. Titolo: Guerra civile globale. Sottotitolo. Endgame.
Scusatemi la furia, ma se ho capito bene (e se non sono affetto d sindrome allucinatoria paranoica) è tempo di rivedere le nostre agende.
Call To Action
DISRUPTJ20.ORG